Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha effettuato una visita di due giorni in Turchia, rispondendo all’invito del presidente turco Abdullah Gül. L’obiettivo di Ankara è quello di porsi come mediatore sul problema del nucleare iraniano, ma l’iniziativa ha suscitato numerose polemiche. «Non è tanto la natura teocratica del regime a suscitare dubbi, quanto il fatto che l’Iran stia creando problemi agli Stati Uniti», scrive Nuray Mert sul Radikal. «I progetti nucleari iraniani hanno aperto lo scenario di un attacco militare contro l’Iran, anche se di fatto l’ipotesi è difficile.L’idea è piuttosto di soffocare l’Iran con una serie di sanzioni. In questo contesto la Turchia è sotto forti pressioni, affinchè prenda parte a questa politica delle sanzioni senza discutere». Mert ritiene che la situazione sia complicata. «É sbagliato pensare che la posizione turca si spieghi solo con gli interessi comuni dei due paesi sulla questione curda, ma più la crisi fra Iran e Occidente si accentua e più le relazioni fra Turchia e Iran si trasformano in un’amicizia difficile. Speriamo che questa amicizia non diventi impossibile». Mehmet Y. Yilmaz su Hürriyet critica duramente il governo dell’Akp, partito di maggioranza islamico-moderato: «Accogliendo Ahmadinejad il governo appoggia indirettamente la posizione del presidente iraniano sul programma nucleare, ma con questo ci rimetteranno soprattutto Israele e Turchia, e l’Akp non sembra capirlo. I responsabili del partito vogliono che la Turchia abbia maggior peso politico nella regione, ma, con vicino una potenza nucleare, non avrà molte possibilità». Taha Akyol sul quotidiano Milliyet è di tutt’altro avviso: «Ankara e Teheran hanno intensificato le loro relazioni e questo ha portato a una stretta collaborazione fra i due paesi sulla lotta al terrorismo, ul problema iracheno e in campo energetico. L’incontro fra due presidenti non produrrà niente di concreto, ma dimostrerà alla comunità internazionale che la Turchia c’è. Questa, a lungo termine, è una mossa intelligente».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...