Time Magazine l’aveva annunciata all’inizio degli anni ottanta, se ne parla da ormai da quasi trenta anni: la classe media americana è scomparsa. Con un piccolo ritardo è arrivata l’autorevole conferma di Arianna Huffington, una delle persone più influenti degli Stati Uniti, giornalista e cofondatrice del sito internet Huffington Post. Il suo nuovo libro “Third world America”, racconta la scomparsa della classe media americana, peculiarità tipica di un paese del cosiddetto terzo mondo. Secondo Arianna, le radici del declino sarebbero da rintracciare nell’amministrazione Reagan, quindi nel crescente numero di giovani che negli anni novanta si ritrovarono senza lavoro finita l’università, per poi arrivare al crollo del nuovo millennio, con la crisi del credito, la bolla immobiliare e la disoccupazione che ha raggiunto livelli stratosferici. Ma la situazione era stata prevista con largo anticipo, come è lei stessa a far notare citando undici libri che preannunciano il collasso della middle class. La prima fu Katherine Newman, che nel 1989 notava nel suo libro”Falling from grace: the experience of the downward mobility in the american middle class” come i salari della classe media fossero ormai stagnanti, avvertendo delle difficoltà cui sarebbero andate incontro le nuove generazioni. Nel 1994 era arrivata la conferma di Wallace Peterson, che in “Silent depression: the fate of the American dream” raccontava come, nonostante l’espansione economica degli Stati Uniti, la classe media vivesse in depressione dal 1973. Non erano gli unici, l’ultimo in ordine di tempo, nel 2009, è stato Nan Mooney, che nel suo libro “Not keeping up with our parents” specifica come i lavori tipici della classe media, costosi da un punto di vista dell’educazione, siano però poco retribuiti. Visto che gli undici libri non bastavano a però convincere il segretario al Tesoro americano Timothy Geithner, Arianna ha deciso di lanciare la sfida aprendo una nuova sezione sul sito dove racconterà le storie che confermano la sua teoria. Si chiama, ovviamente, “Third world America”.

Un pensiero riguardo ““Third world America”, la fine della middle class attraverso gli occhi di Arianna Huffington

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...