Son tutti pazzi per Mad Men. Il 25 luglio è iniziata negli Stati Uniti la quarta stagione della fortunata serie tv. A New York non si aspettava altro, c’era gente in giro vestita come i protagonisti del telefilm, mentre a Times Square andava in onda l’anteprima della puntata, con un’ora d’anticipo rispetto alla televisione. Se però sognate una vita come quella di Don Draper, Joan Holloway o Peggy Olsen, nella città che non dorme mai una soluzione c’è. Molti dei locali dove i soci dell’agenzia pubblicitaria Sterling Cooper passavano le serate con amici e clienti sono infatti ancora aperti, nonostante siano passati quasi cinquanta anni. Dall’intramontabile bar dell’Hilton Hotel sulla Sixth Avenue, dove Don e i colleghi hanno consumato centinaia di drink, passando per l’Oyster Bar a Grand Central, aperto nel 1913, dove gli uomini di Madison Avenue gustavano ostriche e champagne, fino all’Oak Bar del Plaza Hotel, a Central Park South, alle bistecche della Keen’s Steakhouse, all’ombra dell’Empire State Building, e ai famigerati hamburger di P.J Clarke’s. Per lo shopping si può sempre fare un salto da Paul Smart, elegante negozio di Madison Avenue, mentre scendendo verso il West Village si incontra El Faro, ristorante spagnolo dove Don portava le sue conquiste. Per una vera vita da Mad Men si deve andare da Paul Molè, il barbiere di fiducia della Sterling Cooper, aperto da quasi cento anni, e dormire allo Sherry Netherland, uno degli alberghi più chic della città con vista su Central Park. A New York, in fondo, tutto è possibile. Anche viaggiare nel tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...