Barney Panofsky sbarca a Venezia, con la sua versione dei fatti

Il 10 settembre ci sara’ l’anteprima mondiale del film, tratto dal romanzo di Mordecai Richler

E’ arrivata l’ora della versione di Barney. Il 10 settembre verra’ presentato in anteprima mondiale a Venezia “Barney’s version”, uno dei film piu’ attesi della sessantasettima edizione della Mostra Internazionale del Cinema, tratto da un romanzo di Mordecai Richler, uscito in Italia nel 2000 ma che raggiunse il successo l’anno seguente. Era il 2001, di li’ a qualche mese Richler mori’ di cancro, lasciando in eredita’ quello che in molti definirono il suo alter ego, Barney Panofsky, un benestante ebreo canadese come lui, un sessantenne che divenne l’emblema del politicamente scorretto. Il romanzo, anche se Richler ha sempre smentito, sembra essere infatti la sua autobiografia, raccontata pero’ dalla penna e con le parole del protagonista, Barney appunto, col sigaro in bocca e in mano un bicchiere di whiskey.

Ora e’ arrivato il film, coprodotto dalla casa di produzione italiana Fandango e diretto da Richard J. Lewis. Fra i protagonisti Paul Giamatti, che interpreta Barney, Dustin Hoffman e Minnie Driver. “Barney’s Version” e’ fra i candidati a vincere il Leone d’Oro. Il film ripercorre la vita pittoresca di Barney e dello stesso Mordecai. Barney e’ un ricco produttore televisivo che decide di scrivere una autobiografia per difendersi dall’accusa dell’omicidio del suo amico Bernard “Boogie” Moscovitch, districandosi in ricordi sempre piu’ offuscati dall’Alzheimer delle sue vite e delle sue tre mogli, l’ultima, Miriam, il suo grande amore. Ricordi che corrono dal ghetto ebraico di Montreal alla Parigi degli anni 50, e ritorno.

Oltre al film ieri e’ uscito “Sulle strade di Barney”, un libro di Christian Rocca, giornalista del Sole 24 Ore. Rocca, allora al Foglio, visito’ i luoghi di Barney e di Mordecai incontrando famiglia e amici dello scrittore, ma soprattutto contribui’ con il suo giornale al grandissimo successo italiano del libro, 300.000 copie vendute. Una campagna stampa senza precedenti, che duro’ mesi: il Foglio adotto’ Barney, rendendolo grande. A quasi dieci anni di distanza Rocca nel libro ricorda l’intreccio fra autore e protagonista, ma soprattutto racconta quell’avventura del Foglio, che porto’ al successo italiano Mordecai Richler.

http://www.america24.com/news/barney-panofsky-sbarca-venezia-con-la-sua-versione-dei-fatti

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in America24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...