Delaware e New Hampshire, primarie fondamentali

Se dovessero vincere i candidati del Tea Party a trionfare sarebbero in realta’ i democratici

Sette Stati e il District of Columbia vanno alle urne oggi per la penultima e piu’ grande giornata delle primarie. Stasera sara’ praticamente tutto deciso, all’appello mancheranno solo le Hawaii che voteranno sabato, e a quel punto restera’ solo da attendere il 2 novembre per sapere il destino della maggioranza democratica al Congresso. Quello di oggi e’ un appuntamento importante, soprattutto per capire l’influenza degli ultraconservatori del Tea Party all’interno del partito repubblicano, galvanizzato dalla prospettiva di fare sua la Camera dei Rappresentanti fra meno di due mesi.

La lotta piu’ interessante e’ in Delaware, dove nelle primarie repubblicane per la nomination al Senato si affrontano Mike Castle e Christine O’Donnell. Castle, ex governatore dello Stato e appoggiato dall’establishment, e’ il repubblicano piu’ popolare dello Stato ed era ampiamente favorito, ma ha subito la rimonta di O’Donnell, candidata del Tea Party dalle posizioni nette ed estramemente conservatrici, data in vantaggio dagli ultimi sondaggi grazie anche all’entusiasmo generato dalla vittoria di Joe Miller in Alaska, il candidato dei Tea Party che ha sconfitto la senatrice Lisa Murkowski.

O’Donnell ha fatto molto parlare di sé grazie ad un’aggressiva campagna mediatica finanziata dal Tea Party e alle sue posizioni radicali, come l’opposizione alla masturbazione. A febbraio 2009 aveva aspramento criticato il pacchetto di stimoli del presidente Barack Obama, dicendosi preoccupata che gli Stati Uniti stessero andando verso il socialismo. Dopo aver perso le primarie nel 2006 e le elezioni nel 2008 contro l’attuale vicepresidente Joe Biden, O’Donnell e’ ora molto vicina a raggiungere la nomination del partito repubblicano.

Ad incoraggiare il recupero di O’Donnell sono state soprattutto le posizioni estremamente liberali di Castle, con i repubblicani preoccupati che l’ex governatore possa finire nel gruppo dei moderati con le senatrici repubblicane del Maine Susan Collins e Olympia Snowe, che sono state fondamentali nel passaggio delle riforme del presidente Obama. Se a vincere dovesse essere Castle il seggio del Delaware potra’ pero’ gia’ essere considerato assegnato ai repubblicani. Se invece a prevalere fosse O’Donnell, nella migliore delle ipotesi ci sara’ un testa a testa con il democratico Chris Coons.

Anche in New Hampshire si gioca una partita importante. L’avvocato Ovide Lamontagne, superconservatore anti-Washington, ha recuperato un grande svantaggio nei confronti del procuratore generale dello stato Kelly Ayotte, sostenuta da diversi pesi massimi repubblicani. Lamontagne fu candidato repubblicano alla poltrona di governatore dello Stato nel 1996, e quella vittoria sta a dimostrare che la sua e’ una candidatura forte, e questo spaventa non poco Ayotte. Chi uscira’ vincente dalla contesa si trovera’ a sfidare il deputato democratico Paul Hodes, favorito contro Lamontagne, ma in svantaggio contro Ayotte.

Paraddossalmente dunque una vittoria degli ultraconservatori in questi due stati moderati potrebbe favorire i candidati democratici e diminuire le possibilità repubblicane di assumere il controllo del Senato a novembre. Secondo un modello di Nate Silver sul suo blog FiveThirtyEight del New York Times, se in Delaware e New Hampshire dovessero vincere rispettivamente Castle e Ayotte, i repubblicani avrebbero il 30% di probabilità di conquistare il Senato; se a vincere dovessero essere invece O’Donnell e Lamontagne la percentuale scenderebbe invece al 16%.

A New York, l’uomo d’affari Carl Paladino, che ha avuto un sostegno non unanime da parte del Tea Party, se la vede con l’ex parlamentare Rick Lazio per la nomination repubblicana alla corsa per il governatorato. Il vincitore sfiderà il democratico Andrew Cuomo a novembre. Le primarie repubblicane si tengono anche in Massachusetts, Maryland, Rhode Island e Wisconsin, dove è in vantaggio un altro candidato del Tea Party, Ron Johnson, che dovrebbe vedersela contro il Senatore democratico Russ Feingold.

http://www.america24.com/news/delaware-e-new-hampshire-primarie-fondamentali

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in America24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...