Gallinari torna a casa, i suoi Knicks sbancano Milano

In un Forum di Assago stracolmo l’Armani Jeans regge quasi fino alla fine, poi New York dilaga

Che sarebbe stata una partita emozionante si sapeva, era il giorno del ritorno per due idoli di Milano, Mike D’Antoni, prima giocatore e poi allenatore della squadra lombarda, e Danilo Gallinari, sbocciato proprio nell’Armani Jeans e volato oltre oceano tre anni fa, a 19 anni, con un contratto milionario in tasca e la canotta dei New York Knicks sulle spalle. A volerlo fu proprio coach D’Antoni, compagno di squadra del padre Vittorio Gallinari ai tempi dell’Olimpia. Ad accoglierli uno striscione, “Gallo & Mike bentornati a casa”, e Giorgio Armani che gli consegna la canotta della loro vecchia squadra. “Grazie a tutti”, riesce a dire il Gallo, “divertiamo insieme”. Un’emozione che poi in campo svanisce, Armani Jeans Milano e New York Knicks sono pronti alla palla a due. Per la quindicesima volta si sfidano una squadra italiana e una americana, nelle quattordici partite precedenti hanno sempre prevalso le squadre Nba. Solo nel 1990, a Barcelona, la Scavolini Pesaro sfioro’ il colpaccio, portando proprio New York fino ai supplementari, dove usci’ sconfitta per 119-115.

La migliore notizia per i Knicks arriva da Amare Stoudamire, che alla prima amichevole della stagione si presenta ai suoi nuovi compagni di squadra con due punti. Gallinari alterna errori al tiro a qualche canestro, i Knicks partono lenti e Milano un po’ ci crede e va anche in vantaggio. Al primo calo pero’ New York prende subito il largo, parziale chiuso da due triple del Gallo sul 21-13. Primi cambi e Milano si rifa’ sotto, chiudendo il primo quarto sotto di soli 3 punti.

Il secondo quarto scorre equilibrato, Milano mette la testa avanti, viene raggiunta e va al riposo sotto di sei. Gallinari comincia a macinare gioco e chiude la prima meta’ con 14 punti a referto. Il terzo quarto pero’ inizia male per gli italiani, che soffrono la fisicita’ dei Knicks e gli errori dalla lunga distanza. I Knicks allungano, per Stoudamire e’ gia’ Halloween e si diverte a spaventare gli avversari, toccando quota 30 punti. Il terzo quarto si chiude sul 91-79 e mette la parola fine a una partita che a questo punto ha poco da aggiungere: Milano molla, i Knicks dilagano e chiudono 125-113, grazie a Stoudamire, che mette a referto 32 punti, Gallinari che in mezzora accatasta 26 punti e 7 rimbalzi e Tyson Chandler, che torna a casa con 17 punti.

Buona vittoria alla prima uscita stagionale di New York, ma per Mike D’Antoni c’e’ ancora tanto lavoro da fare. I suoi Knicks pero’ hanno una bella novita’ di cui essere felici: Amare Stoudamire, arrivato in estate e pronto a regalare una stagione da favola a compagni, allenatore e tifosi. Per Gallinari invece una partita da sogno, un ritorno a casa da campione e soprattutto una stagione da protagonista alle porte.

http://www.america24.com/news/gallinari-torna-casa-i-suoi-knicks-sbancano-milano

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in America24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...