Banksy a Springfield, dirige la sigla dei Simpson

L’artista, famoso per i graffiti, immagina una città sotterranea

Banksy va a Springfield e incontra i Simpson. Il popolare artista di strada britannico, noto in tutto il mondo per i suoi graffiti ironici e irriverenti, ha diretto la sigla, intitolata “Couch Gag”, della puntata del cartone animato in onda ieri sera. In una atmosfera grigia e buia nei sotterranei della città di Springfield, Banksy ha creato una fabbrica clandestina di prodotti marchiati Simpson, con lavoratori cinesi che, in schiavitù, producono bambole di Bart imbottite con pellicce di gatti tritati o dvd della serie il cui buco centrale è fatto da un unicorno stremato che alla fine crolla a terra.

Protagonista della scena clou della sigla è un bambino, che intenge in misteriosi quanto pericoli liquami chimici alcune foto della famiglia Simpson. La firma di Banksy appare due all’inizio della puntata: su un cartellone pubblicitario e sul muro della scuola elementare di Springfield. Bart, come sempre in punizione, scarabocchia alla lavagna la frase “non devo scrivere sui muri”.

Banksy, il cui vero nome non è mai stato reso noto, è nato a Bristol, in Inghilterra, nel 1974 e deve la sua fama planetaria a graffiti satirici e stencil presenti in numerose città in tutto il mondo, con cui lancia messaggi di stampo sociale e politico. Oltre a numerose esposizioni, Bansky lo scorso anno ha anche girato un film, “Exit through the gift shop”, presentanto al Sundance Film Festival.

http://www.america24.com/news/banksy-springfield-dirige-la-sigla-dei-simpson

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in America24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...