Gm/Fissa a 33 dollari prezzo dell’Ipo più grande della storia

Decisione finale è stata annunciata dopo chiusura dei mercati

General Motors ha stabilito a 33 dollari il prezzo di collocamento per l’Ipo di oggi che segnerà lo storico ritorno della casa automobilistica di Detroit al New York Stock Exchange. Nella giornata di ieri Gm aveva confermato che avrebbe aumentato la portata dell’Ipo del 30%, mettendo in vendita 478 milioni di azioni ordinarie. Contando solamente le azioni ordinarie, quella di oggi è la seconda più grande Ipo della storia americana dopo quella di Visa nel 2008 e la quinta maggiore al mondo. La decisione finale è stata annunciata ieri dopo la chiusura dei mercati americani.

Il ritorno in borsa segna la resurrezione dello storico marchio automobilistico americano, giunto vicino al fallimento nel 2008 e che nei quattro anni precedenti aveva perso oltre 80 miliardi di dollari. Gm raccoglierà 15,77 miliardi di dollari, molto più delle attese, cifra che salirebbe fra i 20,1 e i 23,1 miliardi di dollari con la vendita di azioni privilegiate se tutte le opzioni “greenshoe” fossero esercitate.

La richiesta di titoli Gm è stata altissima negli ultimi giorni, tale da indurre le banche di investimento a chiudere gli ordini già nella giornata di martedì. Molto forte si è dimostrato anche l’interessamento degli investitori stranieri. Saic, il maggior produttore di auto cinese, ha infatti intenzione di acquistare circa l’1% delle quote Gm per circa 500 milioni di dollari, mentre fondi sovrani mediorientali e asiatici potrebbero aggiudicarsi titoli per circa un miliardo di dollari.

La maggior parte delle azioni ordinarie saranno vendute dal governo degli Stati Uniti, che dovrebbe diminuire la sua quota dall’attuale 61% intorno al 26% incassando circa 13 miliardi di dollari. Il dipartimento al Tesoro era divenuto azionista di maggioranza di Gm dopo l’iniezione di 49,5 miliardi di dollari effettuata nell’ambito del piano di salvataggio dell’industria del 2009. Gm ha già restituito o ha pianificato la restituzione di 9,5 miliardi di dollari. Il governo dovrebbe mettere in vendita 412 milioni di azioni, rispetto ai 303 previsti inizialmente, e dovrebbe diminuire il proprio ruolo di supervisione nell’azienda.

Fra gli altri azionisti, il fondo pensioni gestito dal sindacato United Auto Workes dovrebbe mettere in vendita 102 milioni di azioni, mentre il governo canadese e quello dell’Ontario dovrebbero cedere 35 milioni di titoli. Gm ha inoltre intenzione di vendere 4,35 miliardi di dollari in azioni privilegiate, rispetto ai 3 miliardi di dollari previsti precedentemente.

A24-And

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Apcom

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...