Usa/Non solo disoccupazione, con la crisi diminuiscono stipendi

Un terzo delle famiglie leggermente sopra soglia di povertà
New York, 11 gen. (TMNews) – Durante la crisi economica degli ultimi anni gli stipendi dei lavoratori americani sono calati in maniera decisa. Secondo il Wall Street Journal potrebbe trattarsi del crollo maggiore dai tempi della Grande Depressione degli anni trenta. Anche durante la recessione dei primi anni ottanta si ebbe una conseguenza simile, ma i risultati furono più tenui. I disagi della crisi vanno dunque ben oltre un tasso di disoccupazione al 9,4% e 14,5 milioni di persone ufficialmente disoccupate.

Da un rapporto del dipartimento del Lavoro americano emerge infatti che più della metà dei lavoratori che hanno trovato un nuovo lavoro all’inizio del 2010 dopo averlo perso nel biennio 2007-2009 hanno rivelato di ricevere uno stipendio inferiore a quello precedente. Il 36% ha dichiarato di ricevere addirittura il 20% in meno.

Con la disoccupazione a livelli altissimi, le cose dunque non vanno meglio per coloro che lavorano. Il tenore di vita è notevolmente diminuito e quasi un terzo delle famiglie lavoratrici americane sono considerate a basso reddito, guadagnando meno del doppio rispetto alla soglia di povertà.

A24-And
11-GEN-11 19:57 NNNN

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Apcom

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...