Usa/Bernanke: nel 2011 economia crescerà a ritmo fra 3% e 4%

Secondo il presidente della Fed ridotto rischio di deflazione
New York, 13 gen. (TMNews) – Il rischio di deflazione “si è notevolmente ridotto”, l’economia americana è in una forma migliore, ma un pieno recupero sarà raggiunto solo quando le piccole imprese cominceranno a prosperare. Questo è il pensiero del presidente della Federal Reserve Ben Bernanke, secondo cui quest’anno l’economia si dovrebbe espandere a un ritmo salutare compreso fra il 3% e il 4%, un passo buono ma ancora non sufficiente a tagliare l’alto tasso di disoccupazione, al 9,4%.

“Stiamo vedendo miglioramenti nel mercato del lavoro americano”, ha fatto presente il presidente della Fed. Per quanto riguarda il mercato azionario, Bernanke ha specificato che le manovre di quantitative easing a sostegno dell’economia “hanno contribuito a una maggiore solidità”.

Nel corso di un incontro con i rappresentanti delle piccole imprese a Fairfax, Washington, Bernanke ha chiesto alle banche di assicurarsi che non vengano più fatti prestiti a clienti non in grado di ripagarli, e al tempo stesso finanziare le aziende che se lo meritano.

La crisi del credito negli Stati Uniti, esplosa nel corso della peggior crisi economica dal crollo di Wall Street del 1929, si sta attenuando, ma è ancora lontana dall’essere terminata. A metà del 2010, a un anno dalla fine della recessione, le banche hanno allentato gli standard per i prestiti, ma ottenerli resta comunque molto difficile rispetto al passato. Questo è un danno in particolar modo per le piccole aziende, che dipendono dai prestiti delle banche per i proprio finanziamenti.

Secondo il presidente della banca centrale americana il 2011 sarà “per le piccole aziende un anno migliore per ottenere prestiti”, aggiungendo che “la situazione ha smesso di peggiorare e sta invece cominciando a migliorare”. Nell’ultimo anno la Fed ha fatto pressioni sulle banche affinché prestassero denaro alle piccole imprese, organizzando anche numerose tavole rotonde a sostegno delle aziende stesse.

Mentre infatti numerose grandi aziende hanno cominciato la ripresa, mostrando profitti solidi, le piccole aziende restano invece la parte debole di questa ripresa economia.

A24-And
13-GEN-11 21:02 NNNN

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Apcom

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...