Usa/Dopo tre anni di stop banche pronte a tornare ai dividendi

 

Nel 2010 banche dovrebbero riportare utili per 70 miliardi usd
New York, 14 gen. (TMNews) – Le grandi banche americane sono pronte a tornare a pagare i dividendi nella prima metà del 2011, dopo uno stop durato tre anni. Dopo la pausa per rimettere in sesto i bilanci, miliardi di dollari potrebbero ora finire in fondi pensione e nelle tasche dei dipendenti in pensione, che contano sui dividendi come fonte d’introito.

Se le banche dovessero chiudere in attivo per il secondo anno di fila, il ritorno ai dividendi sarebbe probabile già a marzo. Oggi JpMorgan ha annunciato utili in crescita del 47%, un aumento superiore alle aspettative degli analisti. Nel corso della prossima settimana anche gli altri grandi istituti finanziari renderanno pubblici i propri risultati trimestrali, a cominciare da Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs e Wells Fargo.

Quando la crisi economica si intensificò fra il 2008 e il 2009, la maggior parte degli istituti finanziari tagliò i dividendi, una volta sostanziosi, a pochi centesimi per azioni, creando problemi soprattutto agli investitori ordinari che li vedevano come importante fonte di reddito.

Secondo Foresight Analytics, istituto di ricerca finanziaria, le banche dovrebbero riportare nel 2010 utili complessivi per 70 miliardi di dollari, contro i 12,9 miliardi riportati nel 2009. Una crescita enorme, ma numeri che restano ancora inferiori di circa la metà rispetto ai livelli toccati nel 2006, prima del collasso del mercato immobiliare.

A24-And
14-GEN-11 19:16 NNNN

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Apcom

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...