Paul Gerard ha iniziato a cucinare negli anni Ottanta per i mafiosi di Bay Ridge, quartiere di italoamericani e irlandesi ai margini di Brooklyn. Era un adolescente attratto dalle feste sfrenate di quel mondo e dalle mance da 50 dollari che gli venivano infilate nel taschino. Suonava rock’n’roll in una band e si lasciava trasportare dai vizi dell’East Village. Per cercare ordine si avventurò nel profondo sud degli Stati Uniti, ma finì per vivere come un pirata a New Orleans. Ha passato 15 anni in Louisiana, lavorando nei migliori ristoranti della città e facendosi contagiare dai party selvaggi. Nel 2005, ha trovato pace ed è tornato a casa, trovandola cambiata. Exchange Alley, il ristorante che ha aperto lo scorso autunno, è nato proprio per riportare in vita lo spirito della Old New York condito con una cucina fusion cajun e italoamericana, il sapore della vita di Gerard. I suoi piatti unici – meatball, strozzapreti o jambalaya – si accompagnano all’atmosfera vibrante, calda e retrò della sala.

Exchange Alley, 424 E. 9th Street. New York, NY 10009 – (212) 228-8525

Rivista Studio #17, Novembre – Dicembre 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...