Roni: così curo la dipedenza dai social network

La terapia di coppia ha salvato il matrimonio di Roni e Oren Frank, ma soprattutto ha permesso loro di diventare soci in affari. È stato proprio grazie alla propria esperienza personale che la coppia israeloamericana ha avuto l’idea di creare un’app per connettere pazienti e terapisti attraverso gli smartphone. «Volevamo rendere la terapia più accessibile ed economica», spiega Roni Frank, 41 anni, a Corriere Innovazione, raccontando la nascita di Talkspace, creata a New York nel 2012 insieme al dottor Irvin Yalom, professore di psichiatria a Stanford. Dopo aver puntato sulle chat terapeutiche, i coniugi Frank hanno avuto un’altra intuizione: curare la dipendenza da social network. «Ne sono vittima anche io, e leggendo alcune ricerche mediche sui pericoli dei social media – per esempio l’aumento di ansia, depressione, insoddisfazione, invidia e gelosia, oltre che la diminuzione dell’autostima – abbiamo provato a trovare una soluzione», afferma. Oggi Talkspace offre un programma di riabilitazione di 12 settimane (costo 25 dollari a settimana), che aiuta i pazienti a gestire l’uso dei social network e a diminuire l’impatto che hanno sulla loro salute psichica. «Abbiamo anche lanciato una campagna di marketing a New York», conclude Roni Frank. «Vogliamo indurre le persone a riflettere su come i social media alterano la loro percezione di felicità, bellezza e vita».

Corriere Innovazione, 29 ottobre 2015

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...