Prosciolti due corrieri della droga per un vuoto normativo

Due corrieri della droga fermati all’aeroporto di Orio al Serio con 60 chili di droga sono stati prosciolti a causa di un vuoto normativo. Sbarcati da Londra nel gennaio e febbraio 2014, l’olandese Jacob Van De Steeg e il rumeno Petre Vorel Rosca viaggiavano rispettivamente con 32 e 36 chili di khat, una pianta dell’Africa orientale con foglie dal principio stimolante. Fermati dalla Guardia di Finanza, che aveva sequestrato il carico, i due importatori erano stati indagati dalla Procura della Repubblica per detenzione di stupefacenti, in due fascicoli separati che hanno però seguito percorsi paralleli.

Ieri il giudice dell’udienza preliminare Bianca Maria Bianchi ha prosciolto i due uomini: proprio a febbraio 2014 la legge Fini-Giovanardi era stata infatti dichiarata incostituzionale dalla Corte Costituzionale italiana con effetto retroattivo, riportando in vigore la legge del 1990 in cui il khat non era annoverato tra gli stupefacenti. Nonostante a maggio del 2014 sia poi entrato in vigore un nuovo decreto del Governo che ha ridefinito le tabelle di riferimento sugli stupefacenti, reintroducendo la sostanza etiope tra le sostanze proibite, i due uomini sono stati prosciolti.

Corriere della Sera, 18 novembre 2015 (digital edition)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...