Clinica degli orrori, confermato l’ergastolo all’ex primario Brega Massone

La Corte d’assise d’appello di Milano ha confermato la condanna all’ergastolo per Pier Paolo Brega Massone, l’ex capo del reparto di chirurgia toracica della casa di cura Santa Rita. I giudici gli hanno ridotto la pena accessoria dell’isolamento diurno a un anno e 6 mesi. Brega era accusato di quattro omicidi volontari in relazione alla morte di altrettanti pazienti da lui operati e di circa ottanta casi di lesioni. Brega Massone era già stato condannato in via definitiva a 15 anni di carcere nel febbraio 2015, ma in quella occasione al centro del processo non erano gli omicidi ma decine di casi di lesioni, oltre alla truffa al sistema sanitario nazionale per avere eseguito interventi inutili o dannosi «a scopo di lucro». L’ex chirurgo della casa di cura Santa Rita, poi rinata dopo l’inchiesta come Istituto Clinico Città Studi, era presente in aula al momento della lettura del dispositivo.

Dopo avere ascoltato i giudici ribadire la pena dell’ergastolo, Brega ha abbracciato in lacrime la moglie, che l’ha sempre seguito in tutte le udienze. Pochi metri più in là, lacrime di gioia hanno accompagnato l’assoluzione pronunciata dai giudici per l’altro medico Marco Pansera, assolto dopo la condanna a 26 anni di carcere in primo grado. Pansera è stato abbracciato da parenti e amici in aula per ascoltare il verdetto.

Corriere della Sera, 21 dicembre 2015 (digital edition)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...