«Diecimila caratteri»: la rivoluzione di Twitter

Si parlava da tempo della possibilità che Twitter cancellasse il limite di 140 caratteri. Quel che forse non ci si aspettava è che il cambiamento di questo «marchio di fabbrica» del social network potesse arrivare così in fretta, ed essere così radicale. Secondo il sito Re/Code, che ha dimostrato nel tempo di avere ottime fonti all’interno di Twitter, entro la fine del primo trimestre il sito di microblogging permetterà di scrivere sino a 10 mila caratteri per tweet (nel link, l’articolo di Kurt Wagner). La stessa lunghezza dei messaggi diretti che si possono inviare tramite tweet, e un enorme balzo rispetto al limite attuale. In questo momento, scrive il sito tecnologico, non c’è ancora una data di lancio ufficiale, ma Twitter sta lavorando sul design: sembra che nella timeline appariranno sempre 140 caratteri, con la possibilità però, cliccando sul tweet, di leggere anche gli altri 9.860. Un tentativo, insomma, di mantenere almeno in parte lo stesso stile.

La mossa — che fino a poco tempo fa sembrava impensabile e che non è stata commentata dal quartier generale di San Francisco — indica secondo Re/Code che da un lato nessuno dei prodotti studiati finora per aumentare la crescita degli utenti (attualmente calati attorno ai 300 milioni) sta funzionando; dall’altro che il fondatore e attuale amministratore delegato Jack Dorsey è pronto a mettere in discussione anche i pilastri fondanti del sito. Il prossimo a cambiare potrebbe essere l’ordine di apparizione dei tweet: un altro spostamento che va verso la timeline di Facebook.

Già a dicembre lo stesso Re/Code aveva anticipato che Twitter sta lavorando alla nuova funzionalità, come confermato anche da un portavoce, che inserisce i tweet in ordine non cronologico, in modo da mettere in evidenza i contenuti migliori. Il social network sta infatti sperimentando un algoritmo che possa determinare i tweet che meritano un passaggio sulla timeline, come già avviene con la funzione «Mentre eri via», che mostra i migliori tweet apparsi dall’ultima volta che si è aperto il sito.

«Ho sfidato il nostro team a guardare oltre gli assunti di cosa rende Twitter il miglior luogo per condividere ciò che avviene», aveva affermato Dorsey nel corso di una conference call con gli analisti poco dopo essere tornato in sella definitivamente lo scorso ottobre. Parole che lasciavano pochi dubbi: Twitter è pronto a cambiare qualunque cosa per riconquistare i milioni di utenti lasciati per strada nel corso degli anni, anche se le nuove strategie potrebbero allontanare i fan di lunga data.

Per questo motivo il design resta un aspetto fondamentale. Secondo una fonte di Re/Code, infatti, l’allargamento dei tweet — con l’aggiunta di foto o contenuti testuali — ha diminuito in passato il coinvolgimento degli utenti: se ogni messaggio occupa più spazio o necessita di più tempo per essere letto, induce gli utenti a consumarne di meno. Per questo Twitter sta provando ad aggiunge contenuti senza cambiare radicalmente l’interazione con la timeline.

È difficile, secondo Re/Code, capire se la mossa di Twitter avrà un impatto rilevante su Twitter. Tuttavia si tratta di un messaggio importante: il social network è pronto a cambiare la propria personalità pur di attrarre nuovi utenti. Resta da vedere, però, se queste mosse riusciranno però a placare la preoccupazione degli investitori.

Corriere della Sera, 5 gennaio 2016

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...