Messi storico: vince il quinto Pallone d’oro. Luis Enrique allenatore dell’anno

Lionel Messi ha vinto il quinto Pallone d’oro della sua carriera, riconquistando il trofeo dopo i due trionfi consecutivi di Cristiano Ronaldo. La stella argentina del Barcellona consolida un record che era già saldamente nelle sue mani: oltre al suo grande rivale portoghese del Real Madrid — trionfatore nel 2008, 2013 e 2014 —, solamente Michel Platini (1983, 1984, 1985), Johan Cruyff (1971, 1973, 1974) e Marco Van Basten (1988, 1989, 1992) erano riusciti in passato a vincere tre Palloni d’oro. Nessuno, però, era mai arrivato in alto come Messi, che ha 28 anni ha già raggiunto i cinque successi e ha il tempo di riscrivere (ancora) la storia. «Incredibile che sia il quinto, è molto più di quanto sognassi da bambino», ha dichiarato subito durante la premiazione di Zurigo il numero 10 del Barcellona.

Il premio di miglior allenatore dell’anno è andato a Luis Enrique, 45enne allenatore del Barcellona che nel 2015 ha trionfato su tutti i fronti: Champions League, Liga, coppa del Re, Supercoppa europea e mondiale per club. Nel calcio femminile ha vinto invece Jill Ellis, allenatrice 49enne della nazionale americana che a luglio ha vinto il mondiale dominando la finale contro il Giappone per 5-2: in quella partita segnò tre reti nei primi quindici minuti — di cui una da centrocampo — Carli Lloyd, capitano statunitense e vincitrice del pallone d’oro fra le donne.

Il Puskas Award, il premio per il gol dell’anno, va a sorpresa al brasiliano Wendell Lira, autore di una straordinaria rovesciata contro l’Atletico Clube Goianiense, che ha permesso alla sua Goianesia di vincere per 2-1 in una partita del campionato carioca. La prodezza di Lira supera il gol da centrocampo del romanista Alessandro Florenzi contro il Barcellona in Champions League, e la serpentina dello stesso Lionel Messi contro l’Athletic Bilbao in finale di Coppa del Re.

Parla spagnolo anche il top 11 dell’anno: otto giocatori su undici provengono infatti da Barcellona o Real Madrid, quattro per parte. Fanno eccezione il portiere tedesco del Bayern Monaco Manuel Neuer, il difensore brasiliano del Paris Saint Germain Thiago Silva e il centrocampista francese della Juventus Paul Pogba. L’undici selezionato dai giurati schiera: Neuer, Marcelo (Real Madrid), Sergio Ramos (Real Madrid), Thiago Silva, Dani Alves (Barcellona); Iniesta (Barcellona), Modric (Real Madrid), Pogba; Neymar (Barcellona), Messi (Barcellona), Cristiano Ronaldo (Real Madrid).

Corriere della Sera, 11 gennaio 2016 (digital edition)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...