L’America è pronta ad eleggere un presidente ebreo? Nel dubbio, Bernie Sanders preferisce non parlare del suo credo

Bernie Sanders è stato il primo ebreo a vincere una primaria nella corsa alla presidenza degli Stati Uniti. Eppure, come ha notato spesso il quotidiano israeliano Haaretz e scrive ora anche il New York Times, lo sfidante di Hillary Clinton sembra nascondere le sue origini, preferendo parlare di papa Francesco. «Questa immagine laica», scrive il quotidiano newyorkese, «complica il modo in cui gli ebrei americani guardano alla natura storica della sua candidatura». Secondo il rabbino di Burlington Joshua Chasan, che lo conosce da quando era sindaco della cittadina del Vermont, Sanders non ha bisogno di mostrare il proprio credo. Il timore, spiega, è che potrebbe trovarsi davanti allo stesso problema di John Kennedy, che fu costretto a vincere un sentimento anticattolico durante la campagna elettorale del 1960. I sondaggi dicono che gli americani sono pronti ad eleggere un presidente ebreo. Eppure c’è chi crede che la middle America, la provincia rurale e conservatrice, non lo accetterà mai e che la sua candidatura «potrebbe far scoccare negli Stati Uniti la scintilla dell’antisemitismo, come è successo in alcuni angoli d’Europa».

Corriere della Sera, 25 febbraio 2016 (digital edition)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...