I soldi spariti dai conti della federazione di atletica kenyota: una truffa dei dirigenti locali, o una tangente della Nike?

La Nike è sotto accusa a causa di donazioni da centinaia di migliaia di dollari che avrebbero dovuto aiutare atleti kenyoti in difficoltà economiche, ma che invece sarebbero state usate per pagare tangenti ad alcuni funzionari di Nairobi. I soldi, racconta il New York Times, facevano parte di un contratto di sponsorizzazione ed erano stati versati anni fa sui conti della federazione di atletica locale, ma sarebbero stati immediatamente prelevati da tre funzionari e fatti sparire dai registri contabili. La multinazionale americana nega qualsiasi coinvolgimento, eppure le autorità kenyote — in guerra contro la corruzione, su invito delle ambasciate occidentali presenti nel Paese, che minacciavano sanzioni — hanno aperto un’indagine e hanno sospeso i tre funzionari sospettati di aver preso soldi da Nike, che si è sempre rifiutata di fornire maggiori informazioni. «Quello che i detective kenyoti stanno cercando di appurare», scrive il quotidiano newyorkese, «è se Nike ha aiutato i dirigenti a intascarsi i soldi». Gli inquirenti, che parlano solamente in forma anonima, credono di sì: «A causa degli incontri segreti di Nike con i tre dirigenti kenyoti», ha spiegato uno di loro al Times, «la mia opinione è che Nike sia sempre stata consapevole che si trattasse di una truffa».

Corriere della Sera, 6 marzo 2016 (digital edition)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...