Trump punta sull’insoddisfazione dei sostenitori di Sanders. Il vero ostacolo, però, è lo stesso senatore del Vermont

Nella seconda fase della sua campagna elettorale, Donald Trump spera di affidarsi a un nucleo di elettori «che detestano lo status quo, pensano che il sistema li ostacoli e non sopportano la candidata democratica Hillary Clinton: sono alcuni dei sostenitori di Bernie Sanders». Ad affermarlo è lo stesso Trump, che ritiene di poter raggiungere il 40% dei sostenitori del senatore del Vermont. «Il sistema lo ostacola, e non può vincere», ha detto recentemente durante un comizio in New Mexico. «Noi conquisteremo un sacco di voti di Bernie». I numeri reali, scrive il Wall Street Journal, sono però ben diversi: secondo un sondaggio di un paio di mesi fa, a novembre appena il 10% degli elettori di Sanders voterebbe il rivale repubblicano, mentre l’81% sarebbe con Hillary Clinton. Oggi, invece, il sostegno per Trump sarebbe aumentato al 17%, contro il 66% della candidata democratica. La vera opposizione a questo scenario, scrive il quotidiano finanziario, sarebbe però proprio il senatore del Vermont: nonostante le somiglianze fra i due candidati populisti, radici e obiettivi dei due sono «drasticamente differenti».

Corriere della Sera, 1 giugno 2016 (rassegna stampa)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...