L’uomo senza voce della 74esima strada, ovvero: una straordinaria storia newyorchese

Quella di Berhardt Wichmann III è una struggente storia newyorkese. Nato nel 1932, veterano della guerra di Corea, Wichmann arrivò a New York per costruire armadi nelle case degli Hamptons, ma nel 1983, dopo un’operazione per rimuovere polipi dalla laringe, perse la voce. Wichmann amava l’opera e viveva grazie ai sussidi in un minuscolo appartamento dell’Upper East Side, dove strinse amicizia con i portieri della 74esima strada: loro gli parlavano, lui rispondeva scrivendo su fogli di carta. «Accarezzava i cani delle persone, ammirava i fiori, e la sua presenza rendeva la 74esima strada più solare», racconta il New York Times. Negli anni strinse amicizia in particolare con Jorge Grisales, portiere di un palazzo vicino. Gli insegnò con pazienza l’inglese durante i turni notturni: se pronunciava male una parola, Ben scriveva su un foglio gli accenti giusti. Grisales, in cambio, gli regalava vestiti, fissava per lui le visite mediche e ogni anno lo invitava a casa il giorno del Ringraziamento. Poi, ad agosto 2015, Wichmann andò all’ospedale dei veterani in preda alle allucinazioni. La risonanza magnetica non evidenziò anomalie ma, quando si alzò, riuscì a pronunciare una parola per la prima volta in 32 anni: «Grazie». Non c’era spiegazione: né per la perdita, né per il ritorno della voce. Ma i miracoli, scrive il Times, «hanno una data di scadenza: per anni Ben aveva avuto un cancro alla prostata in remissione, che ricominciò a crescere. In autunno, due mesi dopo aver ritrovato la voce, fu ricoverato in ospedale». Wichmann è morto il 7 luglio. Il funerale è stato pagato dai portieri della 74esima strada, che hanno raccolto in due giorni i soldi, appendendo volantini nel quartiere.

Corriere della Sera, 3 agosto 2016 (rassegna stampa)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...