Se l’America ha perso il suo tradizionale ottimismo

In un editoriale sul Washington Post, Sebastian Mallaby ricorda che, appena arrivato negli Stati Uniti a metà anni Novanta come corrispondente dell’Economist, si ritrovò in un Paese vittima delle diseguaglianze e diviso come la sua Gran Bretagna, ma profondamente diverso nella mentalità: per qualche ragione, scrive, «quasi ogni americano si considerava middle class» e tutti pensavano — seppur senza prove — «che le cose stessero andando sempre meglio». Vent’anni dopo, l’America rischia di soccombere alla mentalità opposta. «La solare affabilità di Ronald Reagan è stata rimpiazzata dalle invettive distopiche di Donald Trump sui passi indietro degli Stati Uniti», mentre le sfide reali del Paese sono sopraffatte da una conversazione pubblica tossica, che accentua gli aspetti negativi. «Se Trump e la sua gente vogliono rifare grande l’America, non dovrebbero parlarne negativamente e non dovrebbero dipingere l’immigrazione come una minaccia mortale, specie in un Paese che è stato costruito dagli immigrati». Guardando i dati economici, spiega Mallaby, Trump ha infatti scatenato la furia su un problema che in realtà non esiste. Se negli anni novanta Bill Clinton incarnava un presidente giovane e positivo, la stessa sensazione arrivava dalla sua nemesi politica, Newt Gingrich, un altro baby boomer del Sud. Per questo Mallaby ha un appello per i due candidati: «non portate gli Stati Uniti verso una depressione che si autoalimenta».

Corriere della Sera, 21 settembre 2016 (rassegna stampa)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...