Il messaggio anti xenofobia di Arizona e Texas

L’Arizona e il Texas sono due stati profondamente conservatori al confine con il Messico, e per questo dovrebbero essere particolarmente sensibili alla promessa del candidato repubblicano Donald Trump di combattere l’immigrazione illegale. Eppure, stando ai sondaggi, il miliardario newyorkese è in difficoltà in entrambi gli Stati: semplicemente, scrive Jennifer Rubin sul Washington Post, «la proposta di costruire il muro al confine con il Messico e di espellere gli immigrati illegali in Arizona e Texas non vende». La propaganda anti immigrati, spiega il quotidiano di proprietà di Jeff Bezos, va forte in Stati dove l’immigrazione illegale è praticamente inesistente come Maine, Montana, North Dakota, South Dakota e West Virginia, che hanno meno di 5 mila immigrati senza documenti (contro i 2,5 milioni della California o gli 1,7 del Texas). «Per essere chiari, il feticcio anti immigrazione non si basa su preoccupazioni economiche o di sicurezza, o per lo meno non su preoccupazioni reali»,scrive Rubin. « Trump sta montando questa intolleranza con le menzogne, e Texas e Arizona possono dare un potente messaggio il giorno delle elezioni, rifiutando la xenofobia e accelerando la necessaria disinfestazione del partito repubblicano», spingendolo verso candidati conservatori moderati.

Corriere della Sera, 28 ottobre 2016 (rassegna stampa)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...