J.D. Vance: ritorno in provincia per combattere la disuguaglianza

Lo scorso anno J.D. Vance è diventato celebre in tutti gli Stati Uniti, e non solo, per aver narrato con la sua autobiografia la vita degli hillbilly, le comunità rurali bianche e povere degli Appalacchi dove è cresciuto e che hanno incarnato parte dell’elettorato di Trump. Per uscirne, e diventare una voce della destra americana, Vance — nato in Kentucky e cresciuto in Ohio — è passato per i marines, per la scuola di legge a Yale e poi per uno studio legale di San Francisco. Ora, annuncia in un op-ed sul New York Times, ha deciso di tornare in Ohio, a Columbus. La motivazione, spiega, è combattere la fuga dalle aree povere e senza lavoro e, soprattutto, il distacco culturale tipico dell’era moderna, che contribuiscono allo sviluppo di quartieri segregati e alla crescita dei «super Zips», ovvero i codici di avviamento postale per ricchi. «Ci sono sempre state disuguaglianze regionali e di classe nella nostra società, ma i dati dimostrano che stiamo vivendo un periodo di segregazione mai vista prima», che ha conseguenze non solo materiali ma anche pratiche: per esempio nell’attuale polarizzazione politica. Ed è per non essere accecato dai privilegi della Silicon Valley che Vance ha scelto di vivere in Ohio, dove sta fondando un’organizzazione che combatterà l’epidemia di sostanze oppiacee che ha colpito l’America. Non è stata una scelta facile, ammette, «ma a volte bisogna chiedersi se le nostre scelte personali sono anche le migliori per le nostre comunità. E per il Paese».

Corriere della Sera, 18 marzo 2017 (rassegna stampa)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...