Scandalo al collegio dei Kennedy: «Per decenni i professori hanno molestato gli studenti»

Uno scandalo di abusi sessuali ha travolto il Choate Rosemary Hall, prestigioso collegio che vanta fra i suoi ex alunni l’ex presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy (che lo frequentò dal 1931 al 1934) e il fratello Joseph Kennedy Jr (che terminò gli studi nel 1933), ma anche Ivanka Trump (2000), John Dos Passos (1911), Michael Douglas (1963), Glenn Close (1965), Paul Giamatti (1984) e numerosi esponenti della classe dirigente americana: diplomatici, parlamentari e candidati alla presidenza. Per decenni, fra il 1960 e il 2010, nell’accademia di Wallingford, in Connecticut, almeno dodici ex insegnanti — cinque sarebbero morti e nessuno fa ancora parte del corpo docente —avrebbero abusato dei loro alunni, sia maschi che femmine, costringendoli a rapporti sessuali e a relazioni che sarebbero continuate anche dopo il diploma. A raccontare la storia è il New York Times, allungando la lista delle scuole d’elite travolte dagli scandali sessuali negli ultimi anni.

I casi della Choate sono raccolti in un rapporto realizzato da un investigatore dello studio legale Covington & Burling su richiesta del consiglio di amministrazione della scuola, che ha deciso di affrontare la situazione lo scorso anno, dopo un articolo di denuncia pubblicato dal Boston Globe. I primi sospetti vennero a galla soltanto all’inizio degli anni Ottanta, quando i genitori di una studentessa comunicarono alla scuola che la figlia aveva preso l’herpes da un professore d’inglese. Fece ancora più scalpore lo stupro subito da una studentessa 17enne durante un viaggio studio in Costa Rica: un professore di spagnolo, Jaime Rivera-Murillo, fu accusato di averla molestata in piscina, dopo aver bevuto insieme agli studenti.

In entrambi i casi, la scuola insabbiò le denunce, che non arrivarono mai alla polizia, gestendo la situazione internamente: Rivera-Murillo fu licenziato per «giusta causa», ma continuò a insegnare nelle scuole del Connecticut diventando persino preside di un liceo, da cui si è dimesso nelle scorse settimane dopo essere venuto a conoscenza dell’indagine. «I casi di abusi venivano gestiti internamente e silenziosamente», nota il rapporto. «Quando un insegnante veniva licenziato durante l’anno scolastico, il resto del corpo docenti veniva tenuto all’oscuro delle motivazioni, oppure veniva incoraggiato a mantenere il silenzio».

A confermare le accuse è anche una studentessa diplomatasi nel 1992, Cheyenne Montgomery, che ha raccontato al quotidiano newyorkese di essere stata molestata da due insegnanti diversi: dal professore di matematica Angus Mairs durante il secondo anno e da quello di francese Bjorn Runquist — a cui aveva confessato gli abusi del primo — in quello da senior. Quest’ultimo fu allontanato alla fine dell’anno accademico, ma tornò a insegnare nella sua vecchia scuola, dove è rimasto fino alle pensione nel 2013. «Queste situazioni facevano parte della cultura scolastica, non solo a Choate. Abbiamo fatto parecchi passi avanti, ma non possiamo dimenticarci del passato: ne parliamo perché dobbiamo affrontarlo oggi, nel presente», ha spiegato Montgomery al Times.

Dopo aver commissionato il rapporto, il presidente del board Michael Carr — insieme al preside Alex Curtis — ha reso pubbliche le scuse della scuola. «A nome della Choate Rosemary Hall ci scusiamo profondamente. Rendiamo onore ai sopravvissuti degli abusi sessuali che si sono fatti avanti, estendendo le nostre scuse a tutte le vittime degli abusi e ai loro cari», hanno scritto in una lettera. «Speriamo che grazie a questo rapporto potremo affrontare il problema degli abusi sessuali in maniera franca e diretta».

Corriere della Sera, 14 aprile 2017

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...