Chi tradirà Trump fra i membri del suo staff?

Nel corso della propria carriera imprenditoriale Donald Trump ha seguito un modello chiaro, almeno secondo i suoi biografi: un mix di egocentrismo, incapacità di assumersi la responsabilità di errori e bugie e, soprattutto, cieca lealtà da parte dello staff. Ora, arrivato alla Casa Bianca, sta usando lo stesso metodo che, secondo il direttore del New Yorker David Remnick, rende evidente l’insostenibilità del modello stesso. Per questo Remnick lancia una provocazione, chiedendosi chi, nello staff di Trump, si rivolterà contro il presidente: d’altronde, spiega, da Stephen Bannon a Jared Kushner, fino a Sean Spicer e Kellyanne Coway, tutti hanno già sentito il guinzaglio di Trump. Se in pubblico i suoi uomini dichiarano infatti obbedienza e riconoscenza «in stile Pyongyang», in privato sono tutti pronti a esprimere «preoccupazione e disprezzo»: questa situazione chiarisce il motivo per cui dallo staff della Casa Bianca continuano a filtrare informazioni verso l’esterno. Secondo Remnick, a Washington non si è mai visto un tale livello di insoddisfazione, preoccupazione e senso di disfatta personale fra lo staff presidenziale, e questo potrebbe portare a ulteriori fughe di notizie: quanti dei suoi uomini, si chiede, sono pronti a rischiare il proprio futuro per proteggere una persona che pensa solo a se stessa? Quanti seguiranno l’esempio dei funzionari che hanno già parlato con giornalisti e inquirenti? E soprattutto: quanti hanno già cominciato a farlo?

Corriere della Sera, 18 giugno 2017 (rassegna stampa)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...