Recensione di Elegia americana

J.D. Vance è nato in una cittadina dell’Ohio cresciuta attorno a un’acciaieria, che non ha fatto altro che perdere posti di lavoro e speranza. La storia semplice della sua famiglia hillbilly – comunità bianche e povere, spesso devastate da dipendenze e disoccupazione – racconta gli incubi della classe operaia, che prima riempiva le fabbriche e ora cova soltanto una grande rabbia. Quella che porta all’elezione di Trump, che pure nel libro non viene mai nominato.

Sette, 27 luglio 2017

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Sette

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...