La U.S. Soccer Federation ha nominato questa settimana il nuovo amministratore delegato: si chiama Will Wilson, ha 52 anni, parla spagnolo ed è molto vicino al movimento olimpico. Non sono due informazioni di colore. Wilson prende il comando di un’organizzazione con un budget da 100 milioni annui in uno dei momenti più difficili – coronavirus a parte – nella storia recente della federazione americana: da un lato deve gestire lo scontro sull’equità dei compensi con la fortissima nazionale femminile, che ha portato alle dimissioni l’ex presidente Carlos Cordeiro; dall’altro deve ricostruire la nazionale maschile che ha fallito la qualificazione ai mondiali di Russia 2018.

Probabilmente lo farà puntando molto sui giocatori di origine ispanica, finora trascurati, confermando una strategia che ha portato al successo la Major League Soccer negli ultimi anni: Wilson in passato ha curato gli affari con il Messico della Nfl. Un obiettivo centrale saranno poi le Olimpiadi del 2028 a Los Angeles. Come l’ad del comitato olimpico e paraolimpico americano Sarah Hirshland, anche Wilson ha lavorato per (otto) anni con Casey Wasserman, attuale presidente del comitato organizzatore di Los Angeles 2028: questa esperienza comune, scrive il Wall Street Journal, permetterà alle tre più importante cariche olimpiche di mettere a punto uno sforzo coordinato.

Corriere della Sera, 26 marzo 2020 (Newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...