È troppo presto per far ripartire l’America: questo sarà l’avvertimento che Anthony Fauci, leader della task force della Casa Bianca nella lotta al coronavirus, consegnerà oggi, in una testimonianza da remoto, alla commissione salute, istruzione, lavoro e pensioni del Senato. Lo ha rivelato il New York Times, che con l’infettivologo ha avuto uno scambio via mail. «Il messaggio principale che voglio trasmettere è il pericolo di riaprire il Paese prematuramente», ha scritto Fauci. «Se saltassimo alcuni punti delle linee guida per “riaprire di nuovo l’America – ha proseguito, riferendosi allo slogan del presidente – rischieremmo ondate multiple in tutto il Paese: questo non solo causerebbe morti e sofferenze inutili, ma rallenterebbe il ritorno alla normalità».

Dopo i casi di contagio alla Casa Bianca, intanto, il dottor Fauci è entrato in quarantena: solo parziale però, perché non avrebbe avuto contatti con i membri dello staff presidenziale risultati positivi. Il piccolo focolaio al 1600 di Pennsylvania Avenue ha tuttavia obbligato tutti i funzionari della Casa Bianca – finora restii – a indossare una mascherina all’interno della West Wing. Le uniche eccezioni saranno riservate proprio a Trump e al suo vice Mike Pence. Secondo un memo interno ottenuto dal Wall Street Journal, inoltre, dovranno essere evitate «tutte le visite non necessarie».

Entrambe le notizie, di fatto, si scontrano con la linea promossa pubblicamente dal presidente, che oltre a promuovere una guerra culturale sulla mascherina basata sulle libertà individuali, spinge per far ripartire l’economia, su cui basava il suo programma elettorale in vista delle elezioni di novembre. Il coronavirus ha fatto però saltare il banco, insieme ai comizi e ai piani per le convention.

Proprio sull’organizzazione della convention – inizialmente prevista per metà luglio a Milwaukee, e poi spostata a fine agosto – si esprimeranno oggi i funzionari del partito democratico, che voteranno per permettere uno svolgimento virtuale: la decisione non verrà presa in giornata, ma sarà modificato lo statuto per permettere ai delegati di votare da remoto. L’evento, per ora, non sarà cancellato: ancora venerdì Nancy Pelosi proponeva di spostarlo in uno stadio del football, in modo da far partecipare 16 mila persone regolarmente distanziate.

Corriere della Sera, 12 maggio 2020 (Newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...