La Corte suprema del Wisconsin ha «liberato» lo Stato, per usare le parole con cui Donald Trump aizzava nelle scorse settimane le manifestazioni contro i lockdown. Il massimo tribunale statale, a maggioranza conservatrice, ha stabilito che il governatore democratico Tony Evers non ha l’autorità di richiedere i poteri di emergenza «a tempo indefinito» sull’intero territorio del Wisconsin. E così, mente i contagi e le vittime aumentano, la Corte ha stabilito che la serrata, a fine aprile prorogata fino al 26 maggio, doveva finire. Per celebrare la fine dell’isolamento, racconta il Washington Post, ieri sera i bar hanno tirato su le saracinesche seguendo la decisione della Tavern League of Wisconsin, l’associazione di settore che li rappresenta e che li ha autorizzati a «riaprire immediatamente». Alcuni cittadini si sono riversati nei bar – chi con la mascherina, chi no – e il governatore non ha potuto far altro che consigliare il distanziamento sociale. «Siamo il selvaggio West», ha detto Evers a Msnbc, guardando le immagini dei locali che si riempivano, non sempre rispettando le precauzioni in vigore fino a qualche ora prima. «In Wisconsin non ci sono più restrizioni».

Corriere della Sera, 15 maggio 2020 (Newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...