Quest’anno, con il Covid-19 in agguato, i festeggiamenti del 4 luglio saranno diversi: niente parate, fuochi d’artificio o viaggi, ma resistono i barbecue. Il Cdc raccomanda di mangiare all’aperto, disporre le sedie a due metri, invitare pochi ospiti e fargli indossare la mascherina. Un sondaggio della Hearth, Patio & Barbecue Association, d’altronde, ha appurato che il 71% degli americani festeggia così il 4 luglio, anche perché è una tradizione più antica della stessa repubblica: a inizio Ottocento cominciarono i coloni della Virginia e, già negli anni Venti, il barbecue del 4 luglio era un rituale condiviso dalle due Caroline, dal Kentucky e dal Tennessee. A metà Ottocento, le grandi grigliate divennero un modo per attrarre folle ai comizi del 4 luglio, in particolare al Sud: un ministro recitava una preghiera, i leader politici la dichiarazione d’Indipendenza e poi, fra canti patriottici, offrivano carne al pubblico. Davanti al fuoco si costruiva un’identità nazionale e, inseguendo la frontiera verso il West, il barbecue diventava una tradizione americana. Solo nel Novecento, quando la popolazione cominciò a lasciare le campagne per le città, per poi riparare nei sobborghi, il barbecue perse la sua funzione civica e, da pubblico, divenne un evento familiare.

4 luglio 2020 (pagina 9)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...