Mentre il crimine aumenta nella città democratiche, sostiene la campagna elettorale di Trump, Joe Biden non fa nulla: è un assaggio di come il candidato democratico promette di trasformare l’America. «Il suo messaggio del 4 luglio», spiegano, «sembrerebbe rivolto ai fascisti di estrema sinistra»: non ha condannato gli assassini dei minorenni e delle decine di altre persone uccise durante il weekend negli Stati Uniti, ed è troppo debole da schierarsi contro i manifestanti che hanno bruciato bandiere americane, tirato giù statue, «compresa quella dell’abolizionista Frederick Douglass». E non ha detto nulla neanche quando la sua possibile vice, Tammy Duckworth, ha detto di essere aperta a rimuovere la statua di George Washington.

A proposito di manifestanti che bruciano le bandiere americane: nel weekend del 4 luglio, alcune milizie armate di estrema destra si sono date appuntamento a Gettysburg – sede di una fondamentale battaglia della Guerra Civile – per impedire che un rogo organizzato dagli Antifa, con tanto di piccole bandierine da lasciar bruciare ai bambini. Non era vero: si trattava dell’ennesima bufala circolata sui social media.

Corriere della Sera, 7 luglio 2020 (Newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...