A distanza di 55 anni, John Lewis ha attraversato per l’ultima volta l’Edmund Pettus Bride di Selma, in Alabama. Nel marzo del 1965 lo fece alla testa di 600 manifestanti: le truppe statali aggredirono la folla, trasformando quella giornata nella «bloody Sunday» e in un emblema dell’insensatezza della segregazione razziale. Ieri, avvolta in una bandiera a stelle e strisce, la salma del deputato della Georgia — un eroe americano dei diritti civili, morto il 17 luglio a 80 anni — è stata trasportata lungo il ponte Pettus da una carrozza trainata da cavalli, fra petali rossi di rosa: un’immagine che l’Atlanta Journal-Constitution ha definito «un’attraversamento finale che porta una giustizia poetica».

Corriere della Sera, 27 luglio 2020 (Newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...