Mark e Patricia McCloskey sono diventati famosi in tutto il mondo, all’improvviso, quando la mattina del 28 giugno puntarono un fucile e una pistola contro i manifestanti di Black Lives Matter che marciavano pacificamente per le strade di St. Louis, in Missouri. Dissero di voler difendere la propria casa, un elegante edificio costruito all’inizio del Novecento da un erede degli Anheuser-Bush, la famiglia della birra Budweiser. «Nessuno, in quella folla fuori controllo, è stato accusato di nulla», ha detto ieri Mark McCloskey in un’intervento registrato. «Sapete chi ha ricevuto una denuncia? Noi».

Paladini del secondo emendamento – quello che garantisce il diritto a possedere armi – e dei sobborghi americani: è questo il ruolo che il partito ha ritagliato per i McCloskey, litigiosi avvocati di St. Louis, nella notte degli «eroi», la prima, apocalittica serata della convention repubblicana. «Sembra che i democratici non pensino più che il compito del governo sia proteggere i cittadini onesti dai criminali, ma difendere i criminali dai cittadini onesti», ha affermato il signor McCloskey, ergendosi a paladino della classa media bianca e suburbana, la base elettorale di Trump.

«I democratici vogliono abolire i sobborghi», ha rincarato Patricia McCloskey, sostenendo che le proposte del partito avversario – che dal 2015 sta provando a ridurre la segregazione razziale nell’America suburbana – porterebbero crimine, illegalità e appartamenti di basso livello nei loro quartieri benestanti. «Non importa dove viviate: la vostra famiglia non sarà al sicuro nell’America dei radicali democratici». Questa, nelle parole dei McCloskey, è la vera differenza fra l’America di Trump e quella di Biden: la prima è una terra che permette ai cittadini di lavorare duro e arricchirsi, la seconda è dominata da «caos e anarchia», un Paese senza futuro in mano ai «marxisti». Come quella — sostengono — che si sono trovati davanti a casa in una mattina di giugno.

Corriere della Sera, 25 agosto 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...