Soltanto una settimana fa Flordelis — celebre cantante gospel e predicatrice brasiliana, eletta nel 2018 al Parlamento federale — aveva postato su Instagram una foto con il marito Anderson do Carmo, pastore evangelico assassinato il 16 giugno 2019 con 30 colpi di pistola. «Mi sento ancora persa, un parte di me è morta insieme a te», scriveva. «Quello che ti hanno fatto è davvero crudele». Peccato che, secondo la polizia brasiliana, la mandante di quell’omicidio crudele fosse proprio lei, e che gli esecutori materiali siano stati sei dei 55 figli — gran parte adottivi — che la potente coppia ha cresciuto insieme: due erano già stati arrestati lo scorso anno e avevano confessato il coinvolgimento, gli altri sono finiti in carcere insieme a una nipote lunedì, quando la autorità hanno bussato alla porta della casa di Niterói, nello Stato di Rio de Janeiro, che la coppia condivideva e davanti alla quale do Carmo era rimasto vittima dell’agguato a 42 anni.

Mentre gli agenti perquisivano l’abitazione Floridelis, 59 anni, piangeva e negava le accuse — «Diciamo che siamo sorpresi da questa notizia», ha commentato l’avvocato Anderson Rollemberg — ma intanto, per ora, ha evitato il carcere: non può essere arrestata perché gode dell’immunità parlamentare, che i detective hanno chiesto al Congresso di revocare. Ci aveva provato già altre sei volte a ucciderlo, sostengono intanto le forze dell’ordine: aveva tentato di avvelenarlo mettendogli dell’arsenico nel piatto e aveva inscenato rapine, come quella fatale dello scorso giugno, quando alcune persone con una maschera da ninja lo avevano colpito 30 volte alle cosce, all’inguine e al basso ventre.

«Sono stati i ladri», aveva detto in lacrime agli agenti intervenuti sul luogo del delitto, invece c’era dietro una storia di soldi e tradimenti. «L’indagine ha concluso che è stata lei a pianificare questo vile omicidio», ha affermato il capo della squadra omicidi Antônio Ricardo Lima Nunes, per il quale sarebbe coinvolto nel complotto il 20% della famiglia. «Non era felice della vita che il pastore Anderson conduceva, e di come gestisse le finanze di famiglia». Secondo i giornali brasiliani — che hanno seguito il caso con grande enfasi, senza risparmiare dettagli scabrosi — c’era qualcosa in più, probabilmente gelosia: la potente coppia evangelica avrebbe frequentato un club per scambisti a Rio de Janeiro, dove la cantante era stata vista in evidente stato di alterazione.

Do Carmo e Flordelis dos Santos de Souza — partita da una favela nei sobborghi di Rio e arrivata a incidere dischi per una delle principali case discografiche brasiliane — si erano conosciuti nel 1993. L’anno successivo si erano sposati, avevano cominciato ad adottare bambini e avevano fondato una congregazione evangelica, la Comunidade Evangélica Ministério Flordelis. Sul culto della sua personalità la coppia ha costruito un successo straripante, che ha portato Flordelis fino al parlamento federale: a febbraio 2018 è stata fra i deputati più votati dello Stato di Rio, con quasi 200 mila voti. Pochi mesi dopo, a maggio, ha cominciato a pianificare l’omicidio del marito.

Corriere della Sera, 26 agosto 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...