Sono incendi mai visti prima quelli che stanno flagellando l’intera costa ovest degli Stati Uniti, e che hanno provocato finora almeno 7 vittime. I forti venti a 80 chilometri orari e le alte temperature continuano ad alimentare le fiamme di oltre duecento incendi, che hanno distrutto migliaia di case e ucciso un bambino di un anno nello Stato di Washington, una persona ad Ashland, in Oregon, e due nella capitale Salem. Altre tre vittime sono state rinvenute a Butte County, in California, dove le fiamme quest’anno hanno già bruciato un milione di ettari, venti volte in più rispetto allo scorso anno. Nella Sierra National Forest, la Guardia nazionale ha dovuto ricorrere agli elicotteri per liberare circa 360 persone e 16 cani rimasti intrappolati fra le fiamme, che hanno bruciato un territorio vasto cinque volte San Francisco. Il cui cielo, ieri, è stato tutto il giorno tinto di arancione.

Corriere della Sera, 10 settembre 2020 (Newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...