Una delle caratteristiche principali del sistema elettorale americano è che per votare bisogna registrarsi in anticipo, con scadenze fissate settimane prima del voto che variano da Stato a Stato. Quest’anno molti sono riusciti a farlo attraverso i social: Facebook, YouTube, Twitter e, soprattutto, Snapchat, che ha annunciato di aver aiutato oltre un milione di persone a registrarsi nelle liste elettorali.

Gran parte dei nuovi elettori portati da Snapchat voteranno per la prima volta e, secondo quanto ha dichiarato un portavoce della società, l’80% ha meno di trent’anni. È una demografica favorevole ai democratici: secondo i sondaggi, gli americani fra i 18 e i 39 anni hanno il doppio delle probabilità di votare Biden rispetto a Trump. Altri 2,5 milioni si sono registrati tramite Facebook (che però ha molti più utenti). Non si tratta di mere statistiche. Il numero di giovani che esprimerà la propria preferenza il 3 novembre potrebbe avere un impatto decisivo sulle elezioni, in particolare negli Stati in bilico. Nel 2016 Trump vinse per 78 mila voti in tre Stati: Michigan, Wisconsin e Pennsylvania.

Corriere della Sera, 2 ottobre 2020 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...