Nelle prossime ore, la mappa elettorale potrebbe cambiare ancora, e non poco: lo spoglio sta andando avanti in sei Stati, e in cinque i margini fra i due candidati sono ancora troppo ristretti per assegnare la vittoria. Oltre all’Alaska, il sesto Stato, dove il conteggio è indietro ma Trump dovrebbe vincere facilmente, negli altri Joe Biden e Donald Trump sono tutti divisi da una manciata di voti.

  • Arizona: qualcuno – fra cui l’affidabile Associated Press e la rete conservatrice Fox News, che ha fatto infuriare il presidente – ha già assegnato la vittoria a Joe Biden. Lo spoglio è però all’86%, l’ex vicepresidente è avanti di 69 mila voti, il 2,4%, ma il suo vantaggio si va riducendo. I funzionari elettorali della contea di Maricopa (quella di Phoenix), abbastanza conservatrice, hanno annunciato che aggiorneranno i risultati attorno alle 15 italiane: potrebbero mancare ancora mezzo milione di schede. Voti elettorali: 11.
  • Nevada: qui Joe Biden potrebbe dare il colpo del ko a Trump, ma lo spoglio è ancora all’86% e il suo vantaggio ancora più ridotto, appena 8 mila voti, lo 0,6%. Gli ultimi risultati, che comprendono i voti postali, dovrebbero arrivare alle 18 italiane, ma c’è poi una settimana di tempo per conteggiare le schede arrivate in ritardo. Mancano soprattutto i voti della contea di Clark, quella di Las Vegas. Voti elettorali: 6.
  • Georgia: Trump è ancora avanti, ma il margine continua a ridursi. Quando lo spoglio è al 95% il vantaggio del presidente è di 23 mila voti, lo 0,5%, ma mancano ancora le schede di Atlanta e di altre città, che favoriscono Biden. I risultati arriveranno a momenti. Sarebbe un successo storico ma, vincendo Arizona e Nevada, l’ex vicepresidente non avrebbe neanche bisogno di conquistare la Georgia. Voti elettorali: 16.
  • North Carolina: Trump è avanti di 77 mila voti, l’1,4%, lo spoglio è al 95%, ma le schede arrivate via posta e timbrate entro il 3 novembre saranno conteggiate fino al 12 novembre. E quelle schede, ormai lo abbiamo visto nel Midwest, sono molto spesso democratiche. Voti elettorali: 15.
  • Pennsylvania: Trump sembrava avere la vittoria in tasca, ieri era avanti di oltre 700 mila voti. Anche là mancavano però oltre un milione di schede postali – sono state conteggiate 19 contee su 67 – e quelle in arrivo da Philadelphia e dai suoi sobborghi, che favoriscono ampiamente Biden: il margine si è ridotto a 165 mila voti, lo spoglio è arrivato all’89% e andrà avanti fino a domani (il vice Governatore John Fetterman ha appena detto alla Cnn che i risultati potrebbero arrivare oggi). Una vittoria di Biden non è più così remota. Voti elettorali: 20.

Corriere della Sera, 5 novembre 2020 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...