Il 3 gennaio presterà giuramento il 117esimo Congresso che sta uscendo dalle urne e che, di certo, batterà il record di rappresentanza femminile: finora sono 133 le donne elette, 6 in più rispetto al precedente che aveva stabilito il primato nel 2018. Fra i volti nuovi emergono, in queste prime ore, due futuri deputati: una democratica e uno repubblicano.

Cori Bush, 44 anni, sarà la prima donna nera a rappresentare il Missouri in Congresso. Ma è molto più di questo, molto più di una politica identitaria. Infermiera di St. Louis, madre single di due bambini, guarita dal Covid, nel suo travolgente discorso della vittoria martedì notte ha ripercorso sacrifici e battaglie della sua vita, a cominciare dalla lotta contro l’oppressione sistemica delle minoranze: «Neri, ispanici, immigrati, queer, trans – ha detto – sono qui per servirvi. Per anni siamo stati lasciati fuori al freddo, a protestare nelle strade, a dormire in auto o nelle tende, a fare tre lavori part time per pagare i conti. E oggi, tutti insieme, andiamo al Congresso». Ideologicamente Bush rappresenta la sinistra del partito, ed era al terzo tentativo: aveva perso due primarie democratiche, una per il Senato nel 2016 e una per la Camera nel 2018, quando era stata appoggiata dai gruppi dell’ala «socialista» – Brand New Congress e Justice Democrats – e da Alexandria Ocasio-Cortez. Con lei, nel 2019, era stata protagonista del documentario di Netflix Knock Down the House, che raccontava le donne in corsa per il Congresso alle elezioni di midterm.

Madison Cawthorn, 25 anni, eletto in North Carolina, sarà il primo parlamentare americano nato negli anni Novanta, ma anche il più giovane repubblicano e il terzo più giovane della storia. Difficile fare meglio, visto che l’età minima per la Camera è proprio 25 anni. In classifica, prima di lui, ci sono solo due deputati eletti in Tennessee: Jed Johnson Jr., che prestò giuramento a 25 anni e 7 giorni nel 1965, e William Charles Cole Claiborne, eletto a 21 o 22 anni nel 1797 e membro del Quinto congresso sotto il presidente John Adams. Numeri a parte, Cawthorn aveva sconfitto alle primarie di giugno il candidato sostenuto da Trump, una rarità, e ha vinto comodamente il 3 novembre con il 54% delle preferenze. Speaker motivazionale, investitore immobiliare con la sua società SPQR, rimasto in sedia a rotelle dopo un incidente d’auto nel 2014, il nuovo deputato della North Carolina ha superato indenne le accuse di razzismo e di molestie sessuali (che risalivano ai tempi del liceo) ed è considerato un astro nascente del partito repubblicano: ha dichiarato di essere entrato in politica per combattere le democratiche Nancy Pelosi e Alexandria Ocasio-Cortez, «che minacciano la nostra fede, la nostra libertà e i nostri valori». Si definisce «un combattente che ha superato le prove più difficili della vita: ora sono pronto ad affrontare i liberal in Congresso».

Corriere della Sera, 6 novembre 2020 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...