L’assalto al Congresso del 6 gennaio non può essere cancellato con un colpo di spugna, che insieme agli schizzi di vernice rossa sulle statue di marmo del Campidoglio lavi via la memoria di una delle giornate più oscure della storia americana. È quello che pensano alcuni dei curatori dell’Architect of the Capitol, l’agenzia federale che si occupa di mantenere e preservare l’edificio del Congresso, che in questi giorni stanno valutando i danni causati alle opere d’arte dai ribelli che hanno preso d’assalto il parlamento americano: una statua del presidente Zachary Taylor che risale al 19° secolo è stata imbrattata di vernice rossa; i gas lacrimogeni hanno lasciato il segno su statue e dipinti; un ritratto del Dalai Lama è stato rubato; due lampioni di bronzo disegnati nell’Ottocento dal paesaggista Frederick Law Olmstead sono stati rotti; le mura interne ed esterne imbrattate di graffiti.

I curatori stanno considerando di non riparare tutto: vogliono lasciare un marchio storico dell’insurrezione, per non dimenticare il giorno in cui migliaia di ribelli armati di simboli trumpiani, cospirativi e suprematisti hanno vandalizzato il santuario della democrazia americana. «Sarebbe un promemoria, per aiutarci a ricordare che i nostri monumenti, le nostre istituzioni e i nostri valori sono vulnerabili e ce ne dobbiamo prendere costantemente cura», ha spiegato nei giorni scorsi al New York Times Anthony Veerkamp, ex dirigente del National Trust for Historic Preservation. «Al tempo stesso — ha aggiunto — è importante non creare involontariamente un santuario che renda omaggio ai rivoltosi».

Corriere della Sera, 15 gennaio 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...