Un obiettivo, il presidente dell’unità, lo ha già raggiunto. Ieri sera è riuscito a riportare insieme i New Radicals, gruppo indie che si era sciolto nel 1999, poco dopo aver inciso You Get What You Give. Quella canzone – il loro più grande successo: sul finire del Millennio era diventata una hit internazionale – era la colonna sonora di Beau Biden nei giorni della malattia, quando lottava contro il tumore al cervello che lo avrebbe ucciso nel maggio del 2015 a 46 anni. «La metteva la mattina, a colazione, e cantava», ha rivelato Biden nella sua autobiografia, «Papà, fammi una promessa» (Nr Edizioni). «Ha lottato fino all’ultimo, voleva vivere, ma penso sapesse che questo giorno poteva arrivare», racconta Biden in un passaggio commovente, in cui riporta la strofa che si è portato nella testa in questi anni di dolore: «Questo mondo dannato può crollare, ma tu starai bene, segui il tuo cuore».

È in onore di Beau che ieri i New Radicals hanno accettato di suonare insieme ancora una volta, la prima in 22 anni, al concerto inaugurale di papà Joe, forse per fargli sentire la presenza del figlio nel giorno più importante della sua vita. «Suonare questa canzone dopo tanto tempo è un grandissimo onore», ha affermato il cantante del gruppo, Gregg Alexander, celebre per il cappellino da pescatore che ha indossato anche ieri sera. «Abbiamo un enorme rispetto per il servizio militare di Beau, e grandi speranze per l’unità e la normalità che Joe e Kamala porteranno di nuovo nel nostro Paese, in questo momento di crisi».

I New Radicals sono stati senza dubbio la storia più curiosa del concerto inaugurale, presentato da Tom Hanks, che aveva una line up straordinaria: Bruce Springsteen, che ha suonato Land of Hope e Dreams, e poi Jennifer Lopez, John Legend (che ha reinterpretato Feeling good di Nina Simone), i Foo Fighters, Justin Timberlake, Demi Lovato, Ant Clemons e Jon Bon Jovi, che ha cantato una cover dei Beatles, Here Comes the Sun. «Questa giornata serve a testimoniare la perseveranza del nostro ideale americano», ha affermato Hanks, in piedi sulle scale del Lincoln Memorial, dedicando lo show ai lavoratori in prima linea che combattono contro la pandemia. La chiusura è stata affidata a Katy Perry, che ha cantato Fireworks mentre la famiglia Biden assisteva dal balcone della Casa Bianca e nel cielo di Washington esplodevano fuochi d’artificio.

Corriere della Sera, 21 gennaio 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...