Barack Obama e Bruce Springsteen si sono incontrati per la prima volta nel 2008, quando il Boss era già una rockstar amata in tutto il mondo e il futuro presidente era ancora un senatore dell’Illinois in corsa per la Casa Bianca. Da allora sono rimasti buoni amici e — «pur essendo molto diversi», ci tiene a specificare Obama — hanno scoperto di avere una visione comune sul lavoro, sulla famiglia, sul futuro dell’America. Ieri le due icone liberal hanno lanciato un podcast per Spotify, intitolato Renegades: Born in the Usa.

Nelle otto puntate — registrate nello studio di Springsteen, in New Jersey, fra luglio e dicembre — discuteranno di questione razziale, mascolinità, paternità e delle profonde divisioni che turbano la società americana, con il Boss che di tanto in tanto prende in mano la chitarra e accenna qualche canzone. «Come siamo arrivati a questo punto?», chiede Obama nell’introduzione al primo episodio. «Come possiamo ritrovare la strada dell’unità?».

Dopo il contestato spot di Springsteen per Jeep, andato in onda durante il Super Bowl, lo show — frutto di un accordo fra Spotify e Higher Ground, la casa di produzione degli Obama che ha realizzato anche il podcast di Michelle — è un altro appello al centrismo, che entrambi ritengono necessario per curare le ferite di un Paese spaccato a metà.

Corriere della Sera, 23 febbraio 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...