L’Ucraina ha avuto un ruolo centrale durante l’amministrazione Trump, non solo per il sostegno politico e militare offerto a Kiev dall’ex presidente, ma anche per la sua posizione strategica, che ha permesso agli Stati Uniti e alla Nato di rafforzare la presenza nell’Europa centro-orientale. «Il rapporto ha avuto i suoi punti di forza, ma Trump ha sempre evitato di condannare Putin, che da 6 anni infligge a Kiev una guerra a bassa intensità, e ha usato l’Ucraina solo per estorcere informazioni compromettenti su Biden, tentativo che ha portato all’impeachment», ha sintetizzato sulla Stanford International Policy Review l’ex ambasciatore americano a Kiev Steven Pifer. Per questo il presidente Volodymyr Zelensky ha accolto positivamente la vittoria di Biden: «Conosce l’Ucraina meglio del suo predecessore e può rafforzare i nostri rapporti, contribuendo a risolvere la guerra nella regione del Donbass e a mettere fine all’occupazione della Crimea», ha detto Zelensky. Secondo Pifer si tratta di speranze eccessive, ma Biden riconosce la minaccia russa e capisce l’importanza della stabilità ucraina per Usa ed Europa.

Il presidente americano ha di fronte due sfide. La prima è la situazione nel Donbass, che la Russia usa per destabilizzare Kiev ed evitare che si avvicini ulteriormente all’Europa: a differenza di Trump, Biden sa che dovrà investirci tempo e risorse. La seconda riguarda le riforme anticorruzione, necessarie per rafforzare l’economia: sono ferme, spiega al Corriere Pifer, ma Biden potrebbe usare le maniere forti, come fece nel 2015 quando minacciò di bloccare un prestito da un miliardo di dollari finché l’allora presidente Poroshenko non avesse licenziato il corrotto procuratore generale Viktor Shokin. Del caso Shokin si è discusso molto in campagna elettorale: Trump sosteneva che Biden avesse fatto cacciare il procuratore perché indagava sul figlio Hunter,che sedeva nel cda della società ucraina Burisma. «Accuse infondate», chiarisce Pifer. Il ruolo di Hunter Biden non ha influenzato il padre quando era vicepresidente, e non lo farà ora che è presidente».

Corriere della Sera, 16 marzo 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...