Su Donald Trump sono stati scritti oltre mille libri da quando è diventato presidente, una letteratura vasta e redditizia: alcuni, da Michael Wolff a Mary Trump, hanno venduto milioni di copie e battuto numerosi record. Il protagonista ne è ben consapevole e — un po’ per ego, un po’ per diffondere la propria versione dei fatti avvenuti negli ultimi anni, un po’ per mantenersi al centro del dibattito politico — nelle prossime sei settimane rilascerà almeno 12 interviste ad autori che stanno scrivendo nuovi volumi sulla sua presidenza: troppe forse, al punto che potrebbe danneggiare l’eventuale accordo per un’autobiografia, temono all’interno della sua squadra.

L’ex presidente non affronterà i giornalisti da solo: con lui ci saranno Jason Miller, il fidato consigliere che aveva scritto la dura politica immigratoria dell’amministrazione, e la portavoce Margo Martin. Gli appuntamenti potrebbero saltare in qualsiasi momento, come qualsiasi cosa riguardi Trump, ma quattro fonti hanno confermato a Politico che l’ex presidente incontrerà i giornalisti del New York Times Maggie Haberman e Jeremy Peters, quello del Wall Street Journal Michael Bender, il corrispondente da Washington di Abc Jon Karl, i reporter del Washington Post Philip Rucker e Carol Leonnig e l’autore di Fuoco e Furia Michael Wolff, che nel 2017 ha venduto 1,7 milioni di copie soltanto nelle prime tre settimane.

Corriere della Sera, 18 marzo 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...