Oggi Joe Biden incontrerà per la prima volta i «big four» del Congresso, i quattro leader – due per schieramento – con i quali proverà a cercare un «terreno comune» per portare avanti gli ambiziosi piani da 6 mila miliardi che ha presentato: quello per l’emergenza Covid, quello per le infrastrutture e quello di aiuti sociali per le famiglie. Alla Casa Bianca arriveranno i leader di maggioranza alla Camera e al Senato, i democratici Nancy Pelosi della California e Chuck Schumer di New York, e quelli di minoranza delle due aule, i repubblicani Kevin McCarthy della California e Mitch McConnell del Kentucky.

I margini di trattativa, tuttavia, sono molto ridotti: eletto come leader moderato e maestro del compromesso in grado di riportare a Washington gli accordi bipartisan, forte di un rapporto decennale con il potentissimo McConnell, Biden ha finora marciato molto più a sinistra delle attese e ha incontrato l’ostruzionismo deciso dei repubblicani. La scorsa settimana, durante un viaggio in Kentucky, proprio McConnell ha chiarito di essere «impegnato al 100% nel fermare l’agenda di Biden», definita radicale.

«Abbiamo un buon rapporto personale, ma non sosterrò quello che sta facendo finora», ha specificato McConnell. Le divergenze sono strutturali: democratici e repubblicani sono in totale disaccordo su dove trovare i soldi per finanziare i piani, sulle cifre degli stanziamenti e su come spenderli. Se alla Camera i democratici hanno una maggioranza minima (7 voti), il Senato in perfetto equilibrio (rotto dal voto della vicepresidente Kamala Harris) obbliga Biden a cercare il sostegno compatto dei democratici e almeno dieci voti repubblicani.

Il primo scenario è complicato dalle divisioni interne, a cominciare dalla volatilità del solito Joe Manchin, senatore centrista della West Virginia che il presidente ha incontrato lunedì con gli altri moderati, Krysten Sinema dell’Arizona e Tom Carper del Delaware. Nel secondo, in assenza di un accordo con i leader conservatori, Biden probabilmente dovrà negoziare i 10 voti uno ad uno: un’impresa titanica di questi tempi.

Corriere della Sera, 12 maggio 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...