Quello del 4 luglio è stato un weekend di violenza, l’ennesimo segnale dell’ondata criminale registrata in molte città americane nell’ultimo anno. Secondo i dati del Gun Violence Archive, fra venerdì e domenica, nel fine settimana di celebrazioni per la festa dell’Indipendenza, almeno 150 persone sono morte in oltre 400 sparatorie avvenute in tutti gli Stati Uniti. I dati sono in evoluzione, nota Cnn, e conteggiano incidenti ed episodi di violenza.

  • A New York durante il weekend ci sono state 26 vittime in 21 sparatorie, in leggero calo rispetto allo scorso anno, ma dall’inizio dell’anno gli episodi sono aumentati del 40% rispetto allo stesso periodo del 2020: finora si contano 767 sparatore e 885 vittime.
  • A Chicago sono state uccise 14 persone e altre 83 sono state ferite. Fra le vittime c’è un membro della Guardia nazionale dell’Illinois, fra i feriti due agenti della polizia cittadina colpiti durante una sparatoria e due bambine di 5 e 6 anni. Rispetto allo scorso anno il tasso di omicidi è calo del 2%, ma il numero di vittime è aumentato del 14%.
  • Ad Atlanta un golfista professionista, Gene Siller, 41 anni, è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa all’interno di un country club. Insieme a lui sono state uccise altre due persone, la polizia non ha ancora identificato il colpevole.
  • A Dallas la polizia è intervenuta in due sparatorie, una delle quali ha coinvolto 5 persone: tre le vittime.
  • A Fort Worth, in Texas, otto persone sono state ferite in una sparatoria avvenuta nei pressi di un autolavaggio dopo una lite: uno dei contendenti si è allontanato ed è tornato armato, aprendo il fuoco sulla folla.
  • A Norfolfk, in Virginia, quattro bambini di età compresa fra i 6 e i 16 anni sono stati feriti a colpi di pistola da un 15enne, ma non sono in pericolo di vita.
  • A Toledo, Ohio, una persona è stata uccisa e altre 11 sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta durante una festa di quartiere: la vittima è un 17enne, altre due persone di 19 e 51 anni sono ricoverate in condizioni critiche.
  • A Cincinnati, sempre in Ohio, due ragazzi di 16 e 19 anni si sono uccisi a vicenda dopo un litigio scoppiato durante una festa in un parco. Sparandosi hanno anche ferito tre adolescenti, una delle quali è in condizioni critiche.

Corriere della Sera, 6 luglio 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...