Comincia oggi il processo ai tre uomini accusati dell’omicidio di Ahmaud Arbery, il 25enne nero ucciso in Georgia a febbraio dello scorso anno mentre faceva jogging per le strade di Brunswick. Per la sua morte, che aveva scatenato enormi proteste in tutti gli Stati Uniti, saranno giudicati l’ex poliziotto Gregory McMichael, il figlio Travis e l’amico William Bryan, i tre uomini bianchi (foto sotto) che la mattina del 23 febbraio lo inseguirono con un pickup e lo uccisero con due colpi di pistola, sostenendo che fosse un ladro che si aggirava fra le case vittoriane della loro cittadina. Per quasi tre mesi la giustizia aveva temporeggiato, finché non era emerso un video girato con il telefono da un anonimo testimone che mostrava la dinamica dell’omicidio.

A quel punto, era ormai maggio, le proteste di familiari, amici e attivisti si intensificarono e i tre uomini – che tuttora si dichiarano innocenti – furono portati davanti al grand jury per l’incriminazione, arrivata infine a giugno: passarono 74 giorni fra l’omicidio e l’arresto dei responsabili. Troppi, al punto che il mese scorso è stata rinviata a giudizio anche laprocuratrice distrettuale Jackie Johnson che per prima si occupò del caso, e che è accusata – ma lei nega categoricamente – di aver protetto i tre accusati: Greg McMichael aveva lavorato nel suo ufficio prima di andare in pensione nel 2019, e quella mattina la chiamò dicendo di essere rimasto coinvolto in una sparatoria insieme al figlio e di aver bisogno di un consiglio.

Oggi si comincerà con la selezione della giuria, che secondo il giudice potrebbe richiedere almeno due settimane: la cartolina della jury duty è stata inviata a mille residenti della contea di Glynn per assicurare la selezione di 12 giurati e 4 sostituti imparziali, un’impresa complicata dal fatto che vittima e imputati vivevano in un raggio di due miglia. «In molti conoscevano gli uni o l’altro», ha spiegato all’Associated Press il cancelliere del tribunale di Glynn, Ronald Adams.«“Non volevamo ritrovarci con pochi giurati qualificati». Oggi sono stati convocati circa 600 cittadini che hanno ricevuto la cartolina, mentre gli altri resteranno in attesa per una settimana.

Corriere della Sera, 18 ottobre 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...