La commissione della Camera sul 6 gennaio ha votato per incriminare Steve Bannon. L’ex consigliere di Donald Trump è stato convocato per testimoniare davanti ai nove deputati ma, citando il privilegio dell’esecutivo invocato da Trump, il diritto del governo a mantenere segrete le proprie comunicazioni, ha annunciato che non si presenterà. La commissione ha votato all’unanimità raccomandando un’incriminazione criminale per non aver risposto al mandato di comparizione, una misura che dovrà essere approvata dalla Camera prima di passare nelle mani del dipartimento di Giustizia: come nota Politico, tuttavia, il contempt è l’unico strumento in mano alla Camera per punire i testimoni che non cooperano, ma richiede tempi molto lunghi e da decenni non produce una condanna.

L’amministrazione Trump voleva mandare 250 mila soldati al confine con il Messico. Continuano a emergere dettagli sui quattro anni di governo dell’ex presidente: stando alle ultime rivelazioni del New York Times, nella primavera del 2020 i vertici militari e del dipartimento per la Sicurezza del territorio – incoraggiati dal consigliere anti immigrazione Stephen Miller – volevano inviare 250 mila soldati lungo il confine, un sesto di tutte le forze armate americane, ma furono fermati dall’intervento del segretario alla Difesa Mark Esper. Sarebbe stato il più imponente uso dell’esercito all’interno dei confini americani dai tempi della Guerra Civile.

Nonostante questo, i repubblicani vogliono ancora Trump. Secondo un sondaggio Quinnipiac, il 78% dei repubblicani vorrebbe vedere di nuovo in campo l’ex presidente alle elezioni del 2024. Sono contrari il 94% dei democratici e il 58% degli americani.

Proseguono le trattative per il piano sul welfare di Biden. Ieri il presidente ha chiarito ai democratici che, per superare l’ostruzionismo dei moderati, il pacchetto dovrà scendere almeno fino a 1.900 miliardi dai 3.500 iniziali, e che quasi certamente non potrà includere i due anni di istruzione gratuita per i community college che voleva l’ala socialista del suo partito. Resteranno l’espansione del Medicare, ovvero l’assistenza sanitaria per gli anziani, l’introduzione degli asili per i bambini di 3 e 4 anni e i fondi per combattere il cambiamento climatico.

Facebook cambia nome. Dopo aver annunciato 10 mila assunzioni in Europa per la costruzione del Metaverso, Mark Zuckerberg ha deciso di legare indissolubilmente la sua società a questa impresa, distanziandosi dai social network: dovrebbe annunciare il nome della nuova parent company – la società a cui faranno capo le app di Facebook, Instagram, WhatsApp e tutto il resto – alla conferenza annuale del 28 ottobre, ma potrebbe essere svelato prima.

Il primo ufficiale transgender a 4 stelle. L’ammiraglio Rachel Levine, 63 anni, ha prestato giuramento ieri diventando il primo ufficiale transgender a 4 stelle nella storia degli Stati Uniti e il più alto in grado del Paese: in totale nelle forze armate americane sono in servizio 45 ufficiali a 4 stelle, il grado più alto. Nominata da Biden, Levine è assistente segretario alla Salute, ammiraglio della divisione incaricata di rispondere alle crisi sanitarie.

Un accordo per la famiglia di Elijah McClain. Mentre comincia il processo agli assassini di Ahmaud Arbery in Georgia, la famiglia del 23enne nero Elijah McClain, morto nel 2019 ad Aurora, in Colorado, mentre era in custodia della polizia, ha raggiunto un accordo di risarcimento con le autorità cittadine. L’importo non è stato reso noto.

La catena In-N-Out contro l’obbligo vaccinale. La celebre catena di hamburger libertaria della West Coast, con una storia molto particolare, si è schierata apertamente e bellicosamente contro l’obbligo vaccinale di San Francisco: lo scontro è nato dopo che il dipartimento alla Salute cittadina ha chiuso la location del Fisherman’s Wharf perché non controllava se i clienti erano vaccinati. «Non siamo la polizia del vaccino di alcun governo», hanno commentato. Sono però l’unico ristorante di San Francisco chiuso per questo motivo.

Corriere della Sera, 20 ottobre 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...