Centinaia di sostenitori di QAnon hanno aspettato ieri a Dallas, invano, l’apparizione di John Kennedy, il figlio di Jfk morto in un incidente aereo nel 1999 e annunciato dal «profeta» Q come salvatore della patria, insieme a Donald Trump ovviamente. Radunati a Dealey Plaza, dove l’ex presidente venne ucciso il 22 novembre del 1963, i seguaci di Q — la «talpa» che dal 2017 sostiene di battersi contro «un piano segreto del deep state» per rovesciare l’amministrazione Trump — sfoggiavano cartelli, bandiere, magliette e merchandising di vario genere con lo slogan «Trump-Kennedy 2024», il ticket che intendono sostenere alle presidenziali che si terranno fra tre anni e due giorni esatti: alle 12.30, ora in cui Kennedy fu ucciso, hanno recitato il Pledge of Allegiance, il giuramento di fedeltà alla bandiera americana, aspettando poi per oltre un’ora, sotto la pioggia, l’apparizione del figlio.

«Ci aspettiamo una parata», ha detto una certa Ginny del Nebraska a Rolling Stone, sostenendo che anche alcune celebrity morte come Robin Williams e Michael Jackson fanno parte del movimento. «Jfk sarà qua», ha aggiunto. Secondo la profezia, John Kennedy doveva riapparire nella città texana dopo 20 anni per diventare il vice di Trump ma, stranamente, non è accaduto: come precisa a scanso di dubbi il Washington Post, la profezia «non si è avverata», così come Biden non è stato arrestato durante la cerimonia di insediamento del 20 gennaio e Trump non ha riconquistato il potere il 4 marzo. Anche stavolta, però, il «giorno del giudizio» è stato spostato un po’ più avanti: qualcuno, andando via, sussurrava che Kennedy Jr. sarebbe apparso nella notte, al concerto dei Rolling Stones.

Corriere della Sera, 3 novembre 2021 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...