Il Messico non ha intenzione di vaccinare i minori di 18 anni, ad eccezione di un milione di bambini e ragazzi con patologie pregresse come asma e diabete. Secondo le autorità sanitarie, di norma i minorenni non si ammalano gravemente se contraggono il Covid e quindi non hanno bisogno di essere immunizzati. Il presidente Andrés López Obrador sostiene che le aziende farmaceutiche vogliano spaventare i Paesi per convincerli ad acquistare più vaccini, che siano per i bambini o per le terze dosi. «Non saremo ostaggio di ciò», ha detto. Per riuscire a vaccinare i propri figli, i genitori hanno quindi fatto causa al governo: a ottobre un giudice federale ha ordinato all’esecutivo di vaccinare i minori, sostenendo che in questo modo siano discriminati, ma il governo si è appellato.

Corriere della Sera, 12 dicembre 2021 (pag 9)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...